Cerca tra i 5405 podcast,
l'archivio delle nostre trasmisioni dal 2006

Articoli firmati da Gianni Ciaccio - Rimuovi il filtro

22/07/2009

ECOPENSIERI

A seguito dei precedenti post di Ecopensieri, qualcuno potrebbe maliziosamente pensare: “ Si vabbé, tutto bello ma io che posso fare?”
Ecco le risposte che mi sono state fornite.
Innanzitutto diciamo che noi persone comuni siamo responsabili della metà delle emissioni di gas ad effetto serra. Mica bruscolini.

Partiamo dai i trasporti, croce e delizia dei nostri tempi.
Quanti grammi di CO2 emette una persona per fare 1 chilometro? In aereo 360, in 4x4 da 190 a 400 ( a seconda del livello di protagonismo), in monovolume 200, in macchina 150, in autobus 80/90, in treno 11, in barca 1, a piedi od in bicicletta 0. Quindi chiediamo al nostro vicino che prende il suv per andare a prendere il [... leggi ancora ]

Leggi
16/07/2009

ECOPENSIERI

Terzo appuntamento con Piccoli Ecopensieri dell'Aria.

Ci hanno insegnato che c'è 'sta cosa chiamata Effetto Serra. Che deriva da produzione di energia, usi industriali e trasporti. Ci sono poi le emissioni del processo industriale al 7% quelle dei processi agricoli 7%, solventi al 2%, altri all'1%.
Nel 1997 a Kyoto si sono definiti degli impegni per i paesi sviluppati. Gli USA non hanno aderito pur emettendo il 25% d CO2 del pianeta. Oggi speriamo in Obama, vedremo. Gli impegni presi allora, divenuti operativi nel 2005, sono già  sorpassati nei fatti, quali perché disattesi da coloro che li hanno firmati, quali perché troppo poco incidenti sulla realtà .
I prossimi negoziati dovranno prendere in [... leggi ancora ]

Leggi
08/07/2009

ECOPENSIERI

Ecopensieri. L'idea di eco sostenibilità  sembra sia apparsa sulla scena per la prima volta nel 1962 col libro "La Primavera Silenziosa". Poco più di quarant'anni fa. Ecco perché l'idea non è ancora "patrimonio universale".
Tuttavia quando ci accorgiamo di qualcosa spesso è troppo tardi od almeno rimane poco tempo.

All'impegno degli organismi nazionali e sovranazionali e dei governi deve seguire un migliore lavoro da parte nostra: i cittadini.
Un esempio di questa integrazione di responsabilità è "L'Agenda 21 ". Nasce nel 1992 al vertice della Terra di Rio De Janeiro. È una agenda per il XXI secolo dove sono elencate le cose da fare a proposito di sviluppo [... leggi ancora ]

Leggi
01/07/2009

ECOPENSIERI

Ho intenzione di sviluppare in questi Ecopensieri estivi, dei piccoli ragionamenti dell'aria.
Piccoli perché di meglio non riesco a fare, dell'aria perché la prendiamo a simbolo dell'ecosistema.

Cominciamo con la SVILUPPO ECOSOSTENIBILE.
Gran chiacchierare in giro, pochi fatti, ancor meno interesse.
Infatti siamo un "popolo bue". Meglio, asini abituati a percorrere le stesse strade che non si accorgono del progressivo deterioramento. Ed i buoi e gli asini sono animali importanti e simpatici presi ad esempio a sproposito, solo tanto per capirci.

NON PUÒ ESISTERE SVILUPPO ECOSOSTENIBILE SENZA SOLIDARIETÀ.

Cioè non posso pensare solo a me stesso ed alle mie [... leggi ancora ]

Leggi
25/06/2009

L'Invasione degli OGM - Esperienze personali.

Vi porto a conoscenza del mio scambio epistolare con il Dott. Altieri ( ricordate la puntata di Piccola Radio dell’Aria “OGM? NO GRAZIE”? ).
Leggete e meditate. Gli OGM sono tra noi, quindi dobbiamo alzare il nostro grado di attenzione e reazione!

LA MIA DOMANDA.
Gentile Dott. Altieri,
seguo con attenzione le informazioni che mi fa arrivare tramite mail.
L'intervista che le feci lo scorso anno rimane tra le più "cliccate" ed ascoltate tra i nostri podcast.
Le sottopongo la "strana" situazione nella quale io ed il mio pollaio ci troviamo.
Come tanti che abitano in campagna ho deciso di produrmi in proprio le uova. Galline all'aria aperta, meno stress, [... leggi ancora ]

Leggi
17/06/2009

Chi controlla il passato controlla il futuro...

Proprio ieri sera ho rivisto “1984” il film di M. Redford. Tratto dall’omonimo capolavoro letterario di Orwell. E un film che fa parte della mia crescita. Rivederlo in tv mi ha fatto piacere. Se di piacere si può parlare a proposito di uno dei film e dei libri più cupamente e tristemente veri tanto sulla natura dei governi quanto su quella umana.
Già colori del film danno la più immediata sensazione di oscurità: blu-grigi. Il senso di disperato di isolamento tra le persone, voluto anzi obbligato dal governo come la mancanza di speranze, la mancanza di una sfera privata e di libertà di azione e pensiero, alla fine sconvolgono lo spettatore che riesca empaticamente ma incautamente ad entrare nella [... leggi ancora ]

Leggi
04/06/2009

Musicando

Cos'è questa foia?
Cos'è questo suono? La musica?
Da dove arriva?
Voglio cominciare con una serie di domande il mio primo post musicale, e ne ho scritti un buon centinaio qui sopra.
Stavo parlando poco fa al telefono con un musicista e mi raccontava di una domanda che circolava sul pulmino che lo portava, con i membri del quintetto, a suonare in una località lacustre.
"!Da dove nasce la musica e perché?"
Domandona difficile. Loro si sono risposti dicendosi che il tutto potrebbe essere nato come bisogno di ritmo e ricerca di Dio. Movimento e devozione. Non tanto diverso da oggi. La musica è fondamentale per ballare, ricordo feste nelle quali smontavamo, trasportavamo e rimontavamo interi [... leggi ancora ]

Leggi
22/04/2009

25 aprile

Evviva la Liberazione!
La Liberazione dal nazi-fascismo.
Una liberazione politica, certo, ma ancora non umana e culturale. Siamo immersi ancora nei nostri radicalismi e razzismi, in contrapposizioni sterili ed autodistruttive. Sarebbe semplice affermare che l’Italia è governata dai figli di coloro da cui fummo liberati, ma sarebbe anche ingiusto far ricadere su di loro le colpe dei padri. Che loro stessi, in qualche caso, condannano a parole o con i fatti.
I fatti che si scontrano con altri fatti di cronaca dove violenze e soprusi, omicidi e stupri, si ripropongono ancora su base etnica o religiosa, di estrazione sociale o di censo, politica o di pensiero.
E poi ancora un fascismo fatto di [... leggi ancora ]

Leggi
20/04/2009

Mi piace questa Italia

Mi piace questa Italia che si indigna di fronte alle catastrofi,
Mi piace questa Italia che non piange su se stessa,
Mi piace questa Italia che produce foto e documenti dei palazzi precedenti il crollo,
Mi piace questa Italia che denuncia alle autorità competenti per ricordare un fratello, un parente,
Mi piace questa Italia che si rimbocca le maniche ed aiuta, spedisce cose, invia denaro,
Mi piace questa Italia che non ci sta alla propaganda,
Mi piace questa Italia che rivuole i suoi centri storici, le sue piazze, bar e negozi dov’erano,
Mi piace questa Italia che non si fa imbavagliare e se ad un Vauro è impedito l’ingresso in tv, entrano comunque le sue [... leggi ancora ]

Leggi
06/04/2009

La ricostruzione sarà un terremoto?

Io abito in provincia di Rieti, al confine con la provincia romana.
Alle 3.30 mia moglie ed io siamo stati svegliati dal tintinnare del lampadario e dal muoversi del letto. Il senso di impotenza era tale che non abbiamo pensato nemmeno di alzarci. I nostri figli non si sono accorti di nulla. In quel minuto ho pensato che poteva essere l’ennesimo terremoto umbro, che poteva essere stata colpita Roma, comunque doveva essere forte, e lontano. Mentre io rimanevo a letto inerme, pensavo, quante persone stavano vivendo un dramma, quante perdevano la loro vita in quell’attimo. Pensavo alla paura di morire.
Da noi il terremoto ha mosso le case ma non ha creato danni. Ed oggi è il giorno dopo. Le immagini e le notizie [... leggi ancora ]

Leggi
X