Cerca tra i 5107 podcast,
l'archivio delle nostre trasmisioni dal 2006

Horns Up, a cura di ERICA ZERBINI

Bentornati alla seconda "puntata" di HORNS UP. Per contattare Erica, questa è la sua mail: liuba@hellomynameis.it  e questo il suo myspace: www.myspace.com/la_liuba mentre su facebook la trovate col suo nome.

  Horns up Everyone!!!!!! Oggi ci occuperemo di alcuni personaggi piuttosto controversi, che nel bene e nel male hanno lasciato e lasciano tutt'ora un segno nella musica metal. Sicuramente personaggi poco consoni al periodo natalizio che già pervade tutti quanti.. ma siamo poco convenzionali e quindi così è. Reduce dal concerto tenutosi lo scorso 27 Novembre, parleremo di Marilyn Manson; vi porterò a rivivere con me le emozioni di quella serata e faremo anche un piccolo salto a ritroso nella sua carriera artistica e personale. Passeremo poi ad un genere molto distante da quello del Sig. Manson, il Black Metal. Protagonisti di oggi sono il famoso Burzum e i non meno noti MAYHEM. 


MARILYN MANSON:"THE HIGH END OF LOW"

  Il tour europeo è iniziato l'11 novembre, passando anche per l'Italia, unica data a Milano al Palasharp. Noi c'eravamo!
Un Marilyn Manson inusuale si è presentato ai nostri occhi, ben diverso da come siamo stati abituati a vederlo! Sembrava quasi uno di noi. Questo cambiamento traspare anche nelle canzoni presenti nel nuovo album. Inizia lo spettacolo con CRUCI-FICTION IN SPACE, proprio alla fine della canzone un piccolo incidente potrebbe interrompere la "cerimonia" proprio sul nascere; un non meglio indentificato individuo tira acqua addosso a Manson. Lui reagisce chiamandolo sul palco e minacciando di non proseguire nello show se il tale non viene allontanato. Tutto per fortuna si risolve in brevissimo tempo, e la cerimonia ricomincia.
Ed ecco il pezzo successivo "DISPOSABLE TEENS".
  La setlist sapientemente riunisce pezzi nuovi e storici, da "PRETTY AS A SWASTIKA" con scenografia che rimanda ai tempi del nazismo (!) ma è il simbolo del dollaro ad esserne protagonista, "THE LOVE SONG", la richiestissima "IRRESPONSIBLE HATE ANTHEM", la nuovissima "FOUR RUSTED HORSES", l'eccezionale "COMA WHITE" ..cambio di scenografia e appare un enorme bandiera americana dove al posto delle stelle ecco cappeggiare il simbolo di sapore mansoniano, quello dell'alta tensione per intenderci ed è il momento di " WE'RE FROM AMERICA".
  Il bello però ce lo riserva nella seconda parte dello show, dove vengono riproposti i singoli che sono rimasti nel cuore dei fans di Manson e non solo.
E' ancora in grado di emozionare e questo fa pensare che forse, sì il nuovo  Manson piace, ma quanta malinconia per il Manson originario?!? Dopo un rapidissimo
cambio di abito ecco "THE DOPE SHOW", ma è quando arriva "ROCK IS DEAD" che il Palasharp rischia di esplodere sul serio!! è il delirio più totale. Neanche il tempo
di riprendersi e arriva "SWEET DREAMS", seguita da una cover di "ROCK 'N' ROLL NIGGER" della poetessa Patti Smith.
  Siamo quasi alla fine e Manson ci regala la splendida inimitabile incredibile "THE BEAUTIFUL PEOPLE". Impossibile rimanere in silenzio e fermi ..i brividi!
Siamo tutti esterefatti.. per questa "CERIMONIA" iniziata un'ora e un quarto fa ma che ci lascia assolutamente soddisfatti. Uno spettacolo decisamente
degno di nota!
Ripercorriamo insieme le date che hanno segnato la vita e la carriera di questo straordinario artista. Al secolo Brian Hugh Warner, personaggio controverso, artista poliedrico che ha sperimentato tutte le forme d'arte: dal cinema alla musica alla pittura, nonchè proprietario di una galleria d'arte a Los Angeles il Celebritarian Corporation Gallery of Fine Art, che prende il nome proprio dal movimenti artistico da lui fondato. Un personaggio insomma che non smette mai di stupire. Il debutto avviene nel lontano 1994, con un album prodotto da Trent Reznor, PORTRAIT OF AN AMERICAN FAMILY, disco questo che ebbe una notevole risonanza soprattutto nei circuiti cosidetti alternativi.
  Passa solo un anno e arriva la consacrazione a livello mondiale con SMELLS LIKE CHILDREN, pur trattandosi di un EP di covers, tra le quali la famosissima SWEET DREAMS (Are Made of This), degli Eurythmics. E' dell'anno successivo ANTICHRIST SUPERSTAR che gli vale ben un disco di platino e tre in oro, entrando nella top ten degli USA. E' così che sul finire degli anni '90 Manson diventa un'icona anche grazie alla sua immagine e alle sue idee considerate oltraggiose.
Nel 98 ecco il secondo album della TRILOGIA, iniziata con A.S. MECHANICAL ANIMALS.Da qui viene estratto il singolo THE DOPE SHOW, che nemmeno a dirlo
svetta subito in cima ale classifiche. Altro pezzo potentissimo è ROCK IS DEAD. Una curiosità riguardo ad una traccia dell'album UNTITLED : non si trova in tutte le versioni dell'album. Nel 2000 è la volta di HOLY WOOD (IN THE SHADOW OF THE VALLEY OF DEATH), i suoni ritornano ad essere sullo stile del capostipite della trilogia ANTICHRIST SUPERSTAR, ma esce putroppo in un momento assai sbagliato. La band viene mediaticamente accusata di aver provocato tramite le loro canzoni, l'omicidio di massa compiuto da due ragazzini in una scuola, e le vendite ne subiscono purtroppo l'influenza.
Nel 2005 arriva THE GOLDEN AGE OF GROTESQUE. Seguito due anni dopo da EAT ME, DRINK ME un album abbastanza insolito, che parla d'amore e delle ferite che ha lasciato su Manson.
Arriviamo ai giorni nostri  ed eccoci a THE HIGH END OF LOW. Prodotto dallo stesso Manson, con la collaborazione di due artisti di indubbio calibro: Twiggy Ramirez che ritorna dopo 7 anni, libero dagli impegni con i NIN e i PERFECT CIRCLE e Chris Vrenna che già in passato nel 2004 aveva sostituito Ginger Fish alla batteria entra a questo giro al posto di Tim Skold.
La formazione, sarà un caso, torna ad essere quella di ANTICHRIST SUPERSTAR. I
l disco è uscito il 26 maggio 2009, per la interscope Records. 

LINE- UP attuale

  • Marilyn Manson  - voce
  • Twiggy Ramirez - basso e chitarra
  • Ginger Fish - batteria 
  • Chris Vrenna  - batteria e tastiere
  • Andy Gerold - basso

   Qui potete trovare alcune foto del concerto di Manson


 IL PERSONAGGIO: BURZUM

  E' atteso per l'inizio della primavera tra marzo/aprile, il nuovo album di VARG VIKERNES, fondatore del progetto BURZUM. Il primo album, dopo la scarcerazione, avvenuta proprio nel Maggio di quest'anno. L'album, attesissimo dai fans, si chiamerà THE WHITE GOD e arriva dopo 10 anni dall'ultimo album: Hliðskjálf. Vikernes descrive l'album come diverso dai vecchi album. I fans storcono un pò il naso, la paura è quella che ci si ritrovi con un lavoro che tratti i soliti temi, classici del genere, ormai usati e strausati negli album precedenti. Come sapranno i ben informati ai tempi dell'arresto era il bassista dei MAYHEM e fu accusato e arrestato per l'omicidio di Euronymous, chitarrista e fondatore del gruppo black metal MAYHEM, nonchè della DEATHLIKE SILENCE PRODUCTIONS, casa discografica prettamente rivolta a band black metal emergenti.

http://www.burzum.org/

Prendiamo la palla al balzo e parliamo proprio di questi ultimi;

  Band norvegese black metal fondata nel 1984 da EURONYMOUS. Sono considerati uno dei gruppi portanti di questo genere, e il loro disco DE MYSTRIIS DOM SATHANAS è considerato una pietra miliare di questa corrente musicale. Purtroppo sono diventati famosi anche per la loro storia costellata da omicidi, suicidi e atti anticristiani, fenomeni che diventeranno famosi sotto il nome di INNER CIRCLE.
  I primi successi arrivano nel 1987, con il primo EP "DEATHCRUSH" assolutamente TRASH con tematiche nei testi decisamente splatter. Nell'underground la band norvegese comincia ad essere apprezzata e proprio sotto la loro influenza, la scena black metal norvegese comincia a prendere forma e cominciano a nascere diversi gruppi come IMMORTAL, BURZUM, GORGOROTH ed EMPEROR.
  Nel 1991 DEAD il cantante del gruppo si suicida. L'immagine del suo corpo ormai privo di vita verrà utilizzata per una copertina di un BOOTLEG dei MAYHEM: Dawn of the Black Hearts.
  Ne seguirà la morte di EURONYMOUS (ndr) nel 1993 e da qui lo scioglimento del gruppo. Passano appena due anni e il batterista del gruppo HELLHAMMER annuncerà il ritorno della band ovviamente con una nuova formazione. Nel 1997 ritornano sulle scene con l'EP WOLF'S LAIR ABYSS, apprezzato sia dal pubblico che dalla critica. Da qui parte un tour che li porterà anche a Milano, dove verrà registrato live MEDIOLANUM CAPTA EST.
E' solo l'inizio; nel 2000 esce GRAND DECLARATION OF WAR, live uscito nel 2001 e dal quale verrà tratto anche un dvd.
  Arriva il 2003 e tornano a far parlare di se, purtroppo non per un loro nuovo lavoro, ma per un incidente assai macabro, accaduto durante un loro concerto.Un fan viene colpito dalla testa di una capra sgozzata proprio da loro durante il concerto.
Nel 2004 esce CHIMERA, un album molto sperimentale così come l'album precedente. Nel 2007 esce ORDO AD CHAO. Nel 2008 BLASPHEMER, il chitarrista, lascia il gruppo e viene sostituito nell'anno successivo  da due chitarristi: MORFEUS e SILMAETH, giusto in tempo per essere arrestati l'anno successivo, per atti vandalici ai danni di una camera d'albergo in Olanda.
Chissà cosa ci regaleranno nel 2010...

LINE-UP attuale

  • Attila Csihar - Voce
  • Morfeus - Chitarra
  • Silmaeth - Chitarra
  • Necrobutcher - Basso
  • Hellhammer - Batteria

LINK: http://www.thetruemayhem.com/


E' tutto, per ora. Buone feste a tutti, appuntamento al 18 gennaio 2009. Horns Up!

Erica Zerbini


Condividi

     

Commenta

ULTIMI POST