Cerca tra centinaia di podcast,
l'archivio delle nostre trasmisioni dal 2006





del 24/05/2019

Il 19° Episodio di Sounds & Grooves per la 13° Stagione di RadioRock.TO è l’ennesimo mattone di oltre 1 ora e mezza che inizia con il ricordo di Adrian Borland e di una grande band come i The Sound per andare a trovare la malinconia rabbiosa dei Twilight Sad e una band fondamentale per la scena post-punk e non solo come i Gang Of Four. Il podast continua con la psichedelia liquida di Honey Owens aka Valet, e l’anima soul di Greg Dulli che viene fuori non solo con il suo progetto principale, The Afghan Whigs, ma anche con i Twilight Singers. E che dire dell’incredibile melting pot sonoro messo in piedi sul finire degli anni ’70 da band come The Slits e The Pop Group? C’è ancora spazio per un viaggio nel passato insieme agli straordinari Love di Arthur Lee e ad un meraviglioso irregolare come Kevin Ayers. A proposito di irregolari, come non amare il talento di Daniel Johnston, vero outsider della intera scena musicale. Dennis Wilson non è stato solo l’unico vero surfista dei Beach Boys, ma un ottimo songwriter, anche se ha fatto in tempo a pubblicare solo un lavoro solista. Il gran finale è affidato a due sicurezze: le alchimie sonore di Josephine Foster e il gran ritorno di Paul Webb aka Rustin Man, l’unico che può portare avanti il testamento artistico dei Talk Talk.

Che aspettate? Buon fine settimana a tutti, download & enjoy


 




del 12/04/2019

SOUNDS & GROOVES: Season 13 Episode 16

Un piccolo tributo a Shawn Smith ed il solito andirivieni nello spazio e nel tempo, tra personaggi (quasi) dimenticati come Terry Allen, Young Marble Giants e Galaxie 500 ed il mio personale omaggi ai Low che sono stati capaci di un concerto memorabile.

Download & Enjoy

 


del 29/03/2019

Sounds & Grooves - Season 13 Episode 15: Un doveroso omaggio ad un personaggio incredibile come Scott Walker che apre e chiude il podcast, ed il consueto lungo viaggio dalle traiettorie impensabili. Due gruppi poco celebrati ma fondamentali degli anni '60 come Kaleidoscope e The Fugs, un viaggio lungo la frontiera tra la via Emilia ed il Messico con Don Antonio, Calexico e Giant Sand, una piccola digressione italica con I Hate My Village e Calibro 35, due band che hanno il motore ritmico di Fabio Rondanini in comune. Inoltre troviamo il lo-fi dei Pavement, la meraviglia dei Morphine, un ricordo di un'etichetta di culto come la Sarah Records insieme ai The Orchids, il soul venato di folk dell'indimenticato Terry Callier e la scura melassa dei Massive Attack di Mezzanine. Che aspettate? download & enjoy