Cerca tra i 4655 podcast,
l'archivio delle nostre trasmisioni dal 2006

#TheOriginalToday

Oggi 10 novembre, ricorre il 40° anniversario del primo album omonimo dei Visage, pubblicato con l'etichetta Polydor Records.
In questo stesso giorno esce il primo singolo estratto dall'album, Fade to Grey.
È il loro secondo singolo in assoluto.
Già un anno prima i Visage avevano debuttato con il singolo Tar, realizzato con la Radar Records, che ebbe scarso successo. Firmato il contratto con la Polydor per il loro primo album, Tar venne inserita nel disco in una versione diversa.
L'album raggiunse il numero 13 nel Regno Unito e fu certificato Silver dall'industria fonografica britannica nel marzo 1981.
Il disco si apre con il brano Visage, ultimo singolo estratto che raggiunse la posizione 21 nella Uk singles Chart.
Visage è assolutamente sbalorditiva, un volo futuristico, una planata folle, vertiginosa e senza fiato.
Il suo video musicale è stato il primo dei due video dei Visage diretti da Midge Ure; include filmati girati nel leggendario nightclub Blitz a Covent Garden a Londra, che era il punto focale della scena New Romantic nei primi anni '80.
Ma il primo singolo estratto, uscito in concomitanza con il disco, resta la gemma, il ponte di lancio dell'intera opera, un vero successo internazionale.
Fade to grey è un brano synth-pop nella sua forma più emotiva e cinematografica, un impianto scenografico musicale accompagnato da testi che si alternano tra l'inglese di Steve Strange ed il francese di Brigitte Arens, su un tappeto inconfondibile di riff di synth.
Il brano fu scritto da Billy Currie, Chris Payne e
Midge Ure
(anche se Strange rivendica il suo contributo alla canzone in una recente biografia) e si pone giustamente nel tempio della storia del synth pop.
È una canzone che non ha mai temuto il tempo che passa. Anzi.
Rimane sempre una creazione irresistibile e duratura: probabilmente per la sua bellezza stilistica, oggettivamente riconosciuta anche dai non addetti al genere. O, forse, perché riesce perfettamente, in modo armonioso, a fondere insieme il synth pop degli anni '80, con la malinconia narcisistica, elegante, del new romantic, insieme ai toni androidi dei synth analogici ed il ritmo ipnotico della drum machine.
Il singolo raggiunse il picco al n. 8 nella UK Singles Chart e il n. 1 in Germania e Svizzera.
Il video musicale è diventato uno dei primi videoclip che Kevin Godley e Lol Creme hanno diretto, prima che diventassero famosi per i loro lavori successivi con i Police, Duran Duran ed Herbie Hancock.
Nel video appare insieme a Steve Strange anche la sua amica Julia Fodor, che mima i testi francesi.
Nelle varie apparizioni tv e anche in altre versioni video della canzone Strange danza e canta insieme alla ballerina cantante ed attrice
Perri Lister
, già compagna di
Billy Idol
e successivamente attrice e ballerina in topless nel video dei
Duran Duran
, The Chauffeur.
Altro singolo, Mind Of Toy, raggiunse ottime posizioni nelle charts inglesi (13) e tedesche (10).
Fu accompagnato dal video diretto da Godley & Creme , ed il tema del video era stato un'idea di Steve Strange; nella sua autobiografia, Blitzed! , Strange ha affermato che il video è stato bandito da Top of the Pops della BBC in quanto è stato considerato "spaventoso per i bambini".
Un ottimo album, a lungo oscurato dal suo grande singolo (assolutamente iconico rispetto al resto dell'album), con la presenza di una forza principale (Midge Ure) dietro all' esibizionismo teatrale del frontman Steve Strange.
Tracce
Visage
Blocks on Blocks
The Dancer
Tar
Fade to Grey
Malpaso Man
Mind of a Toy
Moon Over Moscow
Visa-Age
The Steps

Condividi

     

Commenta

ULTIMI POST